Giardino segreto

Roma | 2018 | Progetto di abitoverde

Giardino che unisce minimalismo e modernità; come nel neoplasticismo di Mondrian, l’obiettivo che ci siamo posti era quello di un design dalla perfetta armonia tramite l’equilibrio tra linee, colori e superfici. Così lo spazio del giardino è stato suddiviso in stanze, scandite dalle linee delle bordure in acciaio corten; colori e superfici delle varie stanze si rapportano tra loro, diversificandosi per materiali e altezze. Il camminamento è stato realizzato con della ghiaia, inserita in una struttura a nido d’ape, e completato con dei passi giapponesi. Ad un livello superiore, invece, si passa alle stanze dominate dell’erba artificiale di PratoSempreVerde. Infine, ulteriormente rialzate, abbiamo collocato delle bordure riempite in pietra lavica. Per l’illuminazione notturna sono stati utilizzati i paletti Meridian della Lutec, mentre dei faretti Explorer valorizzano un acero rosso.